Menu
Tablet menu
A+ A A-

Ciao a tutti mi chiamo Giulia e sono nata in una famiglia di religione cattolica.

La prima volta che visitai una comunitá evangelica avevo 15 anni, accompagnai mia cugina che era molto curiosa di vedere come era e mi aveva molto colpito, tanto che  da quella sera in poi ci andai piu spesso.

Avevo fatto amicizia con alcuni ragazzi e ragazze che frequentavano la "Teeniestunde" e passavo molto tempo con loro. Dopo qualche tempo mi fidanzai con un ragazzo non credente, che oggi é mio marito, e iniziava  a venire pure lui in adunanza. Con il tempo però iniziai ad allontanarmi, mia mamma non era più assidua alle riunioni e io non andavo neanche e non frequentavo piú assiduamente la "Teeniestunde" .

Qualche anno dopo mi sposai e facendo una vita lontana dal Signore iniziai a prendere il vizio del gioco alle macchinette, e per nascondere questo mio vizio dicevo pure molte bugie a mio marito. Mi sentivo la coscienza sporca  e chiedevo sempre perdono a Dio, ma il giorno dopo andavo di nuovo.

Mi ricordo che un giorno esagerai nel giocare che mi litigai bruscamente con mio marito e scoppiai a piangere. Chiesi perdono con cuore sincero al Signore per tutti i miei peccati e di come mi ero smarrita negli anni, e allontanata da  lui. Da lí il Signore mi ha dato la forza di allontanarmi da questo vizio e di non  giocare piú. Stavo cosi bene mi sentivo libera e felice.

Dopo qualche tempo ci fu il convegno famiglie a  Friolzheim, e io ne presi parte. Mi ricordo che durante lo studio stavo fuori con mia figlia ma poi mi sentii di entrare. Il fratello fece un annuncio dal pulpito, se qualcuno volesse ricevere Gesù nella propria vita come Signore e Salvatore,  e io alzai la mano. Ero commossa e felice di essermi decisa per una vita con Gesù.

Il fratello ci chiamò davanti e ci accompagno in preghiera presentandoci al Signore. 

Avevo una forte emozione dentro il mio cuore.

Sono consapevole che la vita non é sempre facile, anzi ci sono molto ostacoli, ma io ho il mio Signore con me che mi aiuta a superare tutti gli ostacoli, e lo voglio ringraziare per tutto il bene che ha fatto per me.

                                                                                                    Giulia T. (Ludwigshafen)

 

 

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Style I Style II Style III