«Gesù ha cambiato tutto»

Da giovane Ulf Bastian diventa punk e cresce in questa ideologia. No future, Odiare nazisti ed essere bullo. Sempre di più la violenza aumenta;ma poi fa un sogno che lo tormenta per mesi e cambia tutto.

Ulf Bastian

Verso la fine dell’anno scolastico, conobbi dei punk, e trovai geniale ed eccitante il loro stile di vita. Già la musica per me era un modo diretto per  esprimere proteste!! Mi coloravo i capelli e via… entravo in  scena. La gente della nostra cittadina,ci fissavano quasi spaventati e cercavano distanza da noi, ritenendoci anche offensivi.

No future

Diventai sempre più insensibile al mondo e credevo a «No Future»ero convinto che la vita non avesse un senso e che l’umanità non avrebbe avuto futuro. Vedevo il mondo, l’ ingiustizia, le guerre, e pensavo:” L’uomo non funziona”. Io stesso ero un’esempio di questo…per quanto ci si impegni ad essere buoni e giusti,in questo mondo non serve a niente!!! Cosi mi convinsi che questo binario fosse quello giusto.Non avevo più nemmeno voglia di lavorare e mi chiedevo perché avrei dovuto farlo e perdere tempo inutile.Ero convinto che l’età massima di piena vita fosse fino a 30 anni,poi sarebbe finito il meglio…..

Anche la mia relazione finì. Pensai quanto il destino fosse crudele molte volte,perché la mia ragazza era diventata cristiana, e per me fu uno shoeck. Mi accorsi che per lei questa cosa era molto seria. Una cosa cosi strana...per lei…non la riconoscevo più! Mi raccontava quello in qui credeva, era cosi folle sentirla parlare,e fù allora che mi lasciò,dicendomi che non potevamo più stare insieme.

 

Voglia di violenza

Ulf Bastian

Ero in Amburgo in una manifestazione radicale della sinistra, ogni volta cercavamo dei dibattiti e scontri con Nazisti e anche con la polizia. Avevo proprio voglia di violenza, ruffe e rivolte. Avvolte eravamo noi stessi a chiamare la polizia dicendo che  c’erano rivolte da parte dei punk,per poi attaccarli con ferocia.

Mi accorsi che stavo andando oltre,e cominciai a sentire un senso di malessere e disagio... a volte ero quasi convinto che qualcuno mi inseguiva.Per un periodo mi svegliai ogni mattina bagnato di sudore,a causa dei miei incubi. Ma continuavo! Andavo incappucciato alle dimostrazioni, e non si trattava più solo di politica,ogni cosa era buona  per azioni vandaliche.

Un sogno strano

Nell’ ottobre del 1997 andammo ad’una dimostrazione di come si poteva bloccare lo stress.Cominciai a fare il bullo ma questa volta mi riconobbero e mi arrestarono.Per due giorni rimasi in carcere e li ebbi un sogno strano. Fu’ molto corto ma conciso, e con un senso diretto. Sopra di me c’era una spada sul quale c’erano tutti i miei misfatti e guai,dalle piccole bugie,alla mia infanzia,fino ad arrivare a problemi grandi che avevo combinato.E in fondo c’era una Chiesa.Mi fissai a guardarla ma poi La mia spada cadde e prima di colpirmi mi svegliai.Capi’ che dopo la mia morte avrei dovuto rendere conto a qualcuno…. Ma a chi????Il Messaggio mi era chiarissimo, non era scritto da nessuna parte,non l’avevo mai sentito da nessuno,ma ero sicuro che dovevo cercare quel “Qualcuno a cui rendere conto” e dovevo cercarlo in Chiesa!

Culto con seguito

Era cosi imbarazzante stare li ad ascoltare la musica del culto, e vedere come si emozionavano le persone;per me questo fù troppo.Volevo muovermi ma c’era qualcosa che mi tratteneva e non riuscivo a muovermi. Ero seduto nell’ ultima fila e non  riuscivo a  smettere di piangere. Speravo solo che nessuno mi vedesse. La sensazione fù quella di  sentirmi stringere in un’abbraccio di un padre e senti’ dirmi dentro me: “qui sei nel posto giusto”. Era molto intensivo,pieno di amore.La mia durezza e l’odio svaniva.

La domenica successiva tornai di nuovo in Chiesa, e appena iniziò il culto cominciai a piangere ancora senza controllo. Poi arrivo’ la predica e mi colpi’ profondamente il  messaggio che diceva:”Gesù e’ morto per tutti i nostri peccati e le nostre colpe sulla croce.” Non potevo credere che si addossasse la colpa di tutti noi, che tutti i miei peccati erano perdonati e che mi bastava semplicemnte accettarlo nel cuore per avere  questo dono completamente gratuito.. Rimasi scioccato ma dentro senti’una totale pace e cosi’ accettai di averlo nella mia vita. Dopo il culto pregavo sempre con il pastore. Dicevo a Gesù che io credevo in Lui e volevo accettarlo nel mio cuore..Uscendo dalla Chiesa mi accorsi che qualcosa dentro di me era cambiato per sempre.

Vedevo tutto diverso, e le persone intorno a me non erano più inutili come prima. Vedevo speranza e futuro e la rabbia mi aveva abbandonato,facendo posto alla pace. Mi scusai con molta gente e volevo essere in pace con tutti loro.Senti’ il bisogno di farmi Battezzare, e qualche mese dopo grazie al mio Signore la mia ex ragazza tornò da me,vedendomi cambiato in Cristo e accetto’ di sposarmi. L’amore di Dio mi ha cambiato radicalmente.Sono un uomo diverso… Dio mi ha voluto pastore perché desidera che anche altri sperimentino la Sua Potenza..DIO è REALE…LUI VIVE…ED è SEMPRE NEL CUORE E NELLA VITA DI CHI LO CERCA!!!

Traduzione dal tedesco:

Vittorio D´Aversa / Stefania Reale

Link fonte