Il mio nome è Sophia e ho 15 anni. Grazie a Dio vivo in una famiglia che conosce e ama Gesù Cristo. Così dalla mia tenera età ho sentito parlare del Signore. Sono andata diverse volte all'ora felice nella nostra comunità e così potevo scoprire di più su Gesù e la sua parola. Essendo adolescente frequentavo regolarmente il ‘’Teeniekreis’’ italiano. I miei cugini, Marco e Timeo, mi portavano con loro alcune volte. Una sera di autunno presi la decisione. Il monitore del gruppo Teenie, Giuseppe, diceva che non sappiamo quando moriremo e quindi dobbiamo essere pronti ad incontrare Gesù. La condizione era di accettare l'offerta di Gesù del perdono dei peccati e a dare a lui la mia vita. Ho capito che era qualcosa di importante. Sapevo che volevo essere una figlia di Dio e farlo entrare nel mio cuore. Così pregai la stessa notte nella mia stanza da letto a Gesù Cristo: Dissi a Gesù che avevo bisogno di perdono perché ero una peccatrice. Cosi lui mi perdonò, perché poi ho sperimentato nel mio cuore, pace e gioia. Ora ero pronta ad incontrare Gesù, sapevo che avevo la vita eterna. Per un tempo me lo sono tenuto per me, ma non mi bastò, per me era importante approfondire la relazione con Dio per conoscere la sua volontà per la mia vita. Così ho iniziato un programma di discepolato per adolescenti con Gaspare e altri ragazzi che durò circa 2 anni. Capii più quello che io sono agli occhi di Dio: sono qualcosa di molto prezioso e utile nonostante l´handicap del mio udito e che ha fatto qualcosa di meraviglioso per la mia vita. Oggi voglio essere ubbidiente alla volontà di Dio. Con il mio battesimo, testimonio che Gesù è il mio Salvatore e Signore. Tutti lo devono sentire!

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna." Giovanni 3:16

 

Sophia S.