Vi propongo questa testimonianza di Barbara Kohout per confermare ai Testimoni di Geova di fare veramente delle ricerche sulla propria religione. Non esitate di farlo. Questi tipi di dubbi non vengono da Satana ma sono salvifiche.

"Era come se nella mia vita avessi accumulato tanta spazzatura."

Suonano alle porte per parlare di Dio, ma Barbara Kohout non va più in servizio. Lei per 60 anni fu una TdG. Poi si dissassociò!

" La religione in cui mi trovavo, ora le definirei una religione dittatoria. Proprio perché controlla in modo capillare tutta la vita per intero. E se comunque si volesse condurre una vita normale come tutte le altre persone, i propi hobby non si ha più ne tempo e né forze."

Il fattore determinante che innescò in lei l' allontanamento dalla Torre di guardia fu il figlio.

Lui mise in discussione l' insegnamento dei TdG e nel cercarlo di persuaderlo per ricuperarlo iniziarono i dubbi in lei:

" Più facevo ricerche e più capivo che le prove che trovavo non appoggiavano me , ma che confermavano ciò che aveva scoperto mio figlio sui TdG."

Assieme a Barbara si dissociò anche il marito.

"All' istante perdemmo tutti i nostri amici che erano tutti TdG e anche i miei parenti interruppero subito il contatto con me. Questo fu nel mese di Maggio del 2005.

Da allora non mi fu più permesso parlare con mia madre che nel fra tempo ha superato i novant' anni."

Ciò che è pesante da sopportare non è solamente isolamento sociale che scatta all' istante ma anche il fatto che per decenni si vive con una convinzione che poi risulta fasulla. Devi ricrearti una nuova vita.

" Era come se nella mia vita avessi accumulato tanta spazzatura. Non avevo più mete e in quella religione non trovavo più il senso della mia vita.

Ciò che dal' infanzia avevo considerato come il - MONDO NEMICO-, come facevo adesso ad adeguarmi in quel mondo da oggi a domani? Dovevo imparare a relazionarmi nella vita normale quotidiana. "

Giustamente, Oggi lei aiuta in Germania altri dissassociati e dissociati che come lei hanno vissuto la solitudine e l' abbandono di amici e parenti.

 

Grazie a Dina Soccio che traduce queste testimonianze da tedesco a italiano.